+39 338 267 9492 perugia@lavostrabadante.it


il prossimo 6 maggio il consiglio dei ministri dovrebbe varare il decreto maggio 2020 con incluso il reddito di emergenza

Entro questo fine settimana il governo metterà il testo con le norme relativi agli aiuti economici sul tavolo del Consiglio dei Ministri. La bozza del decreto comprende un pacchetto di 44 norme. Le norme comprenderanno sussidi e bonus anche per le fasce sociali meno abbienti. Aumentato a 1000 euro il bonus per le partite iva e autonomi. Le nuove misure anti-coronavirus il governo sta mettendo a punto e che dovrebbe andare in Consiglio dei ministri entro metà settimana.
Già presenti nella bozza tutti i bonus che dovranno essere messi a disposizioni nei prossimi giorni, dal REM (Reddito di Emergenza) al bonus di 800 euro per partita iva ed autonomi. Ci saranno aiuti per le micro imprese, bonus vacanze ed aiuti per i figli fino ai 14 anni.
Governo quindi a lavoro per terminare il testo e poterlo portare sul tavolo del Consiglio dei Ministri entro il prossimo 6 maggio.

Le misure incluse nel decreto maggio 2020 al vaglio del governo che ha già in mano una bozza. Tale documento che doveva essere presentato nel mese di aprile è slittato a maggio, nei prossimi giorni sarà varato.

  • Bonus fino a 1000 euro partite Iva e autonomi.
  • Bonus figli fino a 14 anni.
  • Bonus vacanze estate 2020.
  • Reddito di emergenza (REM), sussidio rivolto ai soggetti esclusi dal decreto “Cura Italia”, soggetti che non hanno alcuna forma di reddito, che hanno terminato la NASPI, compresi anche colf, badanti e lavoratori in nero. Il REM partirà da 400 euro fino a 800 euro in base al nucleo familiare.
  • Estensione NASPI per chi ha percepito il sussidio di disoccupazione fino al mese di aprile.
  • Fondo perduto per le microimprese, liquidità che servirà per affrontare le spese relative ad affitti ed utenze.
  • Proroga della Cassa integrazione ordinaria ed in deroga.
  • Proroga FIS, bonus baby sitter e congedi speciali.

REM (Reddito di Emergenza) la grossa novità del decreto maggio 2020. Un reddito per le fasce sociali più basse, soggetti che per cause dovute all’emergenza coronavirus sono impossibilitati anche a svolgere il lavoro in “nero”. Il sussidio partirà dalle 400 euro ed arriverà fino ad 800 euro, la somma varierà in base al nucleo familiare.
Secondo quanto riportano alcune testate, il REM dovrebbe essere erogato per i mesi di aprile, maggio e giugno.

I soggetti che rientrano nel REM (Reddito di Emergenza):

  • Precari
  • Intermittenti
  • BabySitter
  • Lavoratori che hanno terminato il sussidio di disoccupazione
  • Lavoratori stagionali
  • Camerieri
  • Bagnini
  • Animatori turistici
  • Inservienti
  • Contrattisti a giorni
  • Contrattisti a settimana
  • Contrattisti per qualche mese
  • Lavoratori non regolari (per questa categoria è previsto un sussidio minimo di 400 euro)



Source link